La voce del Metauro

Sul ponte romano, nel cuore di Fermignano, è stata collocata su un leggio l’Ode al Metauro scritta da Torquato Tasso.

Dall’interno della torre posta vicino al ponte   si sente il suono del fiume, che attraversa il paese, nato sulla sua riva sinistra. 

La vita di Fermignano è sempre stata strettamente legata al suo fiume: quella degli abitanti  della cittadina, così come quella di chi viveva in campagna. I momenti di svago, le fiumane, l’ispirazione per i poeti e i pittori, i materiali di costruzione,  l’energia per la cartiera e poi  per il lanificio: Fermignano ha vissuto strettamente legata al suo fiume.