• Il Museo delle Stufe - Un MUSEO FUORI-LUOGO

    Nel corso dei secoli scorsi, queste splendide colline ricche di selve e campi agricoli hanno visto nascere delle splendide dimore signorili adorne di parchi e fontane. Alcune di queste sopravvivono e possono permettere itinerari di grande interesse e suggestione.
    Vai alla scheda
  • Piccoli borghi e paesi fantasma della Provincia di Pesaro e Urbino

    Nel percorso lungo i luoghi del territorio che videro attiva la dinastia degli Oliva si segnano solo le tappe di borghi scarsamemte abitati. Lo sparpagliato feudo che un tempo apparteneva ai conti Oliva, comprendeva comuni della Romagna e delle Alte Marche. E' un viaggio a ritroso, alla scoperta di un territorio che fu teatro delle vicende di una stirpe di condottieri e mecenati.
    Vai alla scheda
  • Nobili Intersezioni

    Nella Pinacoteca civica di Fano sono conservati, tra altre opere e reperti, i ritratti di alcuni nobili fanesi. Da qui parte un percorso di immagini che lega luoghi antichi o frammenti incastonati in edifici trasformati dalla storia. Tutti insieme raccontano come la città si sia modificata grazie all’ingegno o alla generosità di famiglie per lo più estinte, ma ancora vive nella memoria di Fano. I percorsi possibili sono tanti: le tappe sono segnate, ma la sequenza non è rigida: anzi, le relazioni sono tante e profonde, così che da ogni tappa è possibile iniziare o ripartire.
    Vai alla scheda
  • Cultura e informazione a Pesaro dai primi tipografi e librai

    Sulle tracce di Gavelli, Nobili, Federici, Rossi e Terenzi. A Pesaro non ci sono più case editrici e le tipografie hanno un ruolo diverso che in passato. Ma dal ‘700 è in quei luoghi che la vivacità culturale della città ha dato vita a libri, pubblicazioni e giornali che hanno diffuso il sapere, la ricerca e le informazioni, con un spirito moderno che identificava Pesaro come una cittadina culturalmente vivace.
    Vai alla scheda
  • Sentieri di confine nelle terre di Pozzo

    Pozzo Alto è un luogo antico, ma il suo fascino si perde oggi nello sguardo veloce di chi lo attraversa per andare in Romagna. Un territorio ricco di spunti per narrare le trasformazioni del territorio in una terra di confine.
    Vai alla scheda