• Tuturano. Sotto le ali della Civetta

    Tuturano è una frazione del comune di Brindisi, immersa nella campagna agricola, un po’ defilata rispetto alla costa e alla statale 16, che nell’ultimo tratto interno unisce san Pietro Vernotico a Brindisi. Una piccola realtà che riserva agli osservatori attenti sorprese interessanti e angoli di vera e propria bellezza.
    Vai alla scheda
  • A spasso con Jackson. Pesaro con gli occhi di un viaggiatore del 1800

    Pesaro è una città da visitare: per i suoi palazzi, le sue collezioni, il paesaggio che la circonda. Questo non è solo un messaggio di promozione turistica attuale, ma una certezza per quanti si prefiggevano di venire a Pesaro, sia come meta prescelta che come luogo da attraversare durante un viaggio più lungo. E’ capitato a sir Sir Thomas Graham Jackson, un architetto inglese nato a Hampstead: nel 1888 si ferma a Pesaro, e nel tipico taccuino dei viaggiatori del tempo, annota impressioni, incontri, luoghi. Come era Pesaro al tempo di sir Jackson e quale impressione è riportata della città?
    Vai alla scheda
  • Cronache rimate dal castello di Colbordolo

    Ci sono diverse buone ragioni per visitare Colbordolo, ma due sono gli elementi che lo rendono unico: il primo è che è il paese che ha visto la nascita di Giovanni Santi, il padre di Raffaello, e il secondo è il rintocco della campana della torre che si muove con un meccanismo antico ormai impossibile da trovare nei luoghi limitrofi. La campana sulla torre oggi e Giovanni Santi ieri sono accomunati dall’offrire un punto di vista privilegiato sul territorio: il primo visivo e fisico, il secondo legato alla dimensione del mito e dell’arte. Restano le storie che si possono leggere sui libri, a partire dalle Cronache rimate di Giovanni Santi, ma anche quelle che la gente racconta oggi e ci sono ancora i luoghi che permettono di immaginare con tutta la forza evocativa di cui siamo capaci.
    Vai alla scheda
  • Parco delle Muse e delle Ninfe

    Un progetto di lettura del territorio, un filtro attraverso cui guardare il paesaggio, cercando di combinare diversi sguardi, legandoli stretti col filo della immaginazione e della poesia. Non con la fantasia, ma partendo dalle tracce lasciate dai tanti personaggi e dalle numerose vicende delle terre di Vallefoglia, che creano continui rimandi tra un luogo e l’altro. Il paesaggio e l’acqua sono stati per questo individuati come temi in cui le Ninfe e Muse vivono e si manifestano, permettendo un confronto con chi il paesaggio lo ha osservato e “ritratto” in passato.
    Vai alla scheda
  • 100 passi nella città a forma di cuore

    Secondo il medico e filosofo Mannarino occorrevano 100 passi per attraversare da occidente a oriente Mesagne, la città a forma di cuore, e 450 da nord a sud, quando nel XVI era ancora stretta nello spazio fortificato delle sue mura, del suo castello e delle 22 torrette di avvistamento. Sulle tracce di quei passi, facendoci guidare dalle immagini e dalle parole degli storici, il walkscape propone un percorso a tappe alla scoperta del tracciato delle antiche mura che oggi delimitano lo spazio del centro storico e di ciò che resta delle “Torri, giardini e fossi antichissimi” che Mannarino vide e descrisse, riservando non poche sorprese anche ai cittadini più attenti.
    Vai alla scheda