Pesaro è una città da visitare: per i suoi palazzi,  le sue collezioni,  il paesaggio che la circonda.  Questo non è solo un messaggio   di promozione turistica attuale, ma una certezza per quanti si prefiggevano di venire a Pesaro, sia  come meta prescelta che come  luogo da attraversare durante un viaggio più lungo. 

E’ capitato a sir Sir Thomas Graham Jackson, un architetto inglese nato a Hampstead nel 1835 e morto a  Londra nel 1924, discepolo di G. G. Scott, e seguace della corrente neogotica romantica. Passando dall’Umbria alle Marche, nel 1881 e nel 1888, si ferma a Pesaro, e nel tipico taccuino dei viaggiatori del tempo, annota impressioni, incontri,  luoghi.

Come era Pesaro al tempo di sir Jackson e quale impressione è riportata della città? 

Pesaro aveva già una vocazione culturale?

- Concept: Roberto Vecchiarelli
Ricerche storiche:  Archivio di Stato Pesaro Urbino, Biblioteca Oliveriana
Walkscape: Antonella MIcaletti
Digitalizzazione: Settimio Perlini - almaloci.com
Immagini e documenti: Archivio di Stato Pesaro Urbino, Biblioteca Oliveriana, Archivio Stroppa Nobili, foto di Carlo Betti e Fototeca Cassa di Risparmio nel catalogo di Nando Cecini, Pesaro. Le immagini  della città in un secolo 1880-1980., Cassa di Risparmio di Pesaro.